Ti capita mai

di dimenticare il cellulare in auto?

A volte sì, ammettilo.
Ma quando scendi dalla macchina e ti tasti le tasche, non trovando il tuo bene più prezioso, corri subito a riprenderlo.

Sarà mica una questione di utilità?
Voglio dire: il telefono ti è costato uno stipendio per una fotocamera con un fantastiliardo di megapixel
che ti occorrono per fotografare i tuoi piedi callosi sulla spiaggia,
e ti verrebbe un coccolone a perderlo.
Poi come fai a pubblicare le tue vacanze a Rosignano su Instagram?

E il bambino invece?
Già… lui strilla, mica squilla.
E fa tantissima cacca oltretutto. Non fotografie da pubblicare su instagram.

piedi di un neonato nel seggiolino in auto

La chiamano

amnesia dissociativa, e pare sia causata da un forte stress.
Per cui esci dall’auto e prendi le chiavi, la borsa, il cellulare, i buoni pasto e le sigarette.
E il bambino? Ops… amnesia dissociativa!

A questo punto la tecnologia ti avvisa, sotto forma di sensori collegati a un’App del cellulare,
– perché quello è sicuro che non te lo scordi mai! –
che la prole è sul seggiolino e, benché venuta da poco al mondo, già si chiede che male abbia commesso
per un genitore così “dissociato”.

A breve sarà obbligatorio per legge il seggiolino adatto allo scopo.
E poiché il costo  è abbastanza elevato potresti essere costretto a scegliere un cellulare più economico.
Trascinando te stesso, dotato di così pochi megapixel, nella vergogna e nell’infamia!

A volte penso sia lecito domandarsi che strada stiamo percorrendo
– non fatevi venire i lucciconi per questa riflessione profonda-
se porta a dimenticare i figli in auto come fossero un sacchetto di patatine deteriorato da troppa esposizione al sole.

Riepilogando, spegni l’automobile e prendi:
– il cellulare;
– i buoni pasto;
– il foglietto con la formazione del Fantacalcio;
– le sigarette (in alternativa la ciminiera per la sigaretta elettronica);
– la borsa (la apri per controllare che ci sia tutto);
– il mazzo di chiavi da far invidia a San Pietro.
E a questo punto scendi tranquillamente e ti avvi verso l’ufficio.

Sicuro di non dimenticare nulla?
Ah già, il bambino! Ma dove avrò la testa?
Accidenti alla mia patologia clinica dell’era contemporanea, questa maledetta amnesia dissociativa.
Altrimenti sarei una persona migliore…